Rieducazione del pavimento pelvico: quando e perchè

La riabilitazione del pavimento pelvico è una branca della fisioterapia che si occupa delle disfunzioni del perineo, un sistema muscolare complesso localizzato nel basso ventre. 

Gli esercizi, il biofeedback e l’elettrostimolazione sono metodiche di rieducazione e rafforzamento dei muscoli del pavimento pelvico raccomandate e consolidate. Il trattamento riabilitativo comprende tre diverse tecniche:

  • chinesiterapia attiva: tecnica principale e fondamentale della riabilitazione del pavimento pelvico che consiste nell’esecuzione di diversi esercizi di contrazione e rilassamento della muscolatura del piano perineale con lo scopo di aumentarne la presa di coscienza, la forza, la resistenza e la capacità di rilassamento.
  • elettrostimolazione (SEF): una metodica che utilizza correnti di diverse frequenze che provocano riflessi di contrazione della muscolatura, utili per aumentare la coscienza muscolare, il trofismo muscolare sfintero-perineale e il riflesso di chiusura perineale allo sforzo.
  • biofeedback perineale: si esegue attraverso un’apparecchiatura che è in grado di registrare una contrazione o un rilassamento muscolare attraverso una sonda manometrica. Il movimento viene tramutato in segnale visivo, tramite uno schermo, che permette alla paziente di vedere l’effettivo movimento che sta compiendo e quindi di migliorare la propriocezione di quella muscolatura e di eseguire correttamente gli esercizi proposti.

Scarica la brochure per visualizzazione tutte le informazioni utili