L’autismo è collegato a mutazioni nel DNA non codificante

Alcune mutazioni, in una vasta porzione di codice genetico che non codifica alcuna proteina, sono state collegate allo sviluppo di autismo in bambini senza altri casi familiari della malattia. La scoperta, pubblicata su Nature Genetics, è un mattone importante per la comprensione di questa famiglia di disturbi del neurosviluppo, della quale sappiamo ancora pochissimo. Ma è anche qualcosa di più: per la prima volta, infatti, si dimostra che alterazioni non ereditarie e non codificanti per pro...
Altro