LA PREVENZIONE DELLE CADUTE NELL’ANZIANO ANCHE IN EMERGENZA COVID-19

La prevenzione delle cadute è una sfida per l’invecchiamento della popolazione, poiché il numero di cadute aumenta proporzionalmente all’aumentare del numero di anziani in molti Paesi del mondo. Le cadute hanno importanti ripercussioni cliniche, funzionali e psicologiche sulla persona anziana, oltre ad importanti conseguenze economico-sanitarie. Per questi motivi risulta importante mantenere costantemente attivi programmi di valutazione e gestione preventiva del rischio caduta, tali da ridu...
Altro

L’esercizio fisico potenzia le difese immunitarie

Fare esercizio fisico, anche dolce, fa bene all'organismo di tutti e per gli anziani in particolare riduce dolori e rigidità muscolari, migliora l'umore e l'equilibrio e, di conseguenza, scongiura le cadute. Inoltre, aiuta a potenziare le difese immunitarie. In tempi di Covid-19 e di quarantena, chiusi in casa, gli over-65 possono comunque fare movimento: è stato sviluppato un programma di allenamento con l'aiuto di una sedia, un muro e due bottigliette d'acqua. Basta mezz'ora al giorno due v...
Altro

Frattura dell’anca e delirium, una nuova terapia promette prevenzione

Il delirio è un disturbo inatteso, incostante e solitamente reversibile della funzione mentale. Può mostrarsi a qualsiasi età ma è più comune negli anziani e in persone affette da malattie neurodegenerative. E' un fattore prognostico negativo per varie patologie e situazioni e pertanto la prevenzione del delirio è prioritaria nei pazienti anziani dopo, ad esempio, interventi come la frattura dell'anca. Fino ad ora questo disturbo è rimasto senza cura; ma adesso un'innovativa terapia anti-neuroin...
Altro